Nel 2002 inizia la collaborazione di Sordato con l’Università di Verona, attraverso un progetto di ricerca nel campo dell’appassimento delle uve che porta nel 2006 al deposito di due brevetti internazionali.

La collaborazione continua tuttora, quale riferimento scientifico di riscontro del lavoro di ricerca che i progettisti Sordato portano avanti in tutti i campi dell’impiantistica per il vino.

Anche per questa attenzione continua alle esigenze della propria clientela e all’investimento costante nel miglioramento e nell’innovazione tecnica, Sordato annovera oggi tra i propri clienti alcuni tra i più importanti e conosciuti operatori del settore enologico, oltre ad aver assunto una posizione di leader nel campo dell’appassimento delle uve e dell’impiantistica per cantine.